mainlogo elite pet

fido sempre in forma

Prepariamoci all’arrivo della Primavera! 

La fine dell’inverno e l’arrivo della primavera incidono sulle abitudini quotidiane dei nostri amici di zampa, ma hanno anche effetti sul loro benessere.


È importante riservare alcune piccole attenzioni per permettere loro di affrontare al meglio il cambio di stagione dall’inverno alla primavera.


Il primo aspetto da tenere in considerazione è l’aumento delle temperature medie e delle ore di sole giornaliere, fattori che incidono per lo più positivamente sulla salute dei nostri Pet: non c’è nulla di più bello che fare passeggiate ed attività all’aperto, momenti importantissimi che da una parte li aiutano a mantenersi attivi ed in forma, dall’altra costituiscono occasioni imperdibili per rafforzare l’intesa.


L’aumento della temperatura è molto favorevole per gli animali a pelo corto, più sensibili al freddo, mentre non disturba quelli a pelo lungo che soffrono maggiormente il caldo. I gatti, i cui antenati sono originari dei paesi caldi, soffrono il freddo più dei cani e quindi l’arrivo della primavera per loro è sempre benvenuto.


Gli animali che vivono all’esterno della casa godono maggiormente dei benefici legati al cambiamento del clima dalla stagione invernale a quella primaverile. Trascorrere del tempo all’aria aperta aiuta l’organismo a riadattarsi alla luce e al clima nuovi grazie alla sollecitazione delle secrezioni ormonali.


Per gli animali che vivono tra le mura domestiche, è necessario prestare particolare attenzione agli sbalzi di temperatura tipici di questo periodo che, cogliendo impreparato l’organismo dei nostri amici pelosi, può mettere sotto stress il loro sistema immunitario.


Gli animali che vivono in casa non sono soggetti a cambiamenti di temperatura. Un altro fattore che invece riguarda entrambe le situazioni è l’aumento della luminosità che incide sull’assetto ormonale e si manifesta esteriormente con la perdita e la muta del pelo.


Una delle problematiche più importanti legate all’arrivo della primavera è quella delle allergie. In primavera le allergie più comuni sono quelle ai pollini, che possono perdurare fino al termine del periodo estivo, per poi scomparire nella stagione fredda.


Diversamente da come si crede, le attività all’aperto non costituiscono le uniche possibili cause di allergie ai pollini: anche i pelosetti che vivono prevalentemente in casa ne possono soffrire, perché i pollini volano nell’aria e si diffondono anche negli ambienti domestici, da porte e finestre aperte, ma anche sopra gli abiti che indossiamo.


Portare il tuo Pet in visita da un veterinario è sicuramente il primo passo per prenderti cura di lui. E’ consigliabile, già prima dell’arrivo della primavera, effettuare gli opportuni controlli per prevenire le allergie ai pollini e per scongiurare il rischio di proliferazione di pulci e zecche, soprattutto se il tuo pelosetto vive fuori dalle mura domestiche o trascorre parte della giornata in giardini o spazi esterni.


Anche la sua alimentazione può subire graduali modifiche per l’adattamento alla nuova stagione. Per i Pet che vivono all’esterno si possono diminuire di poco le porzioni di cibo, non essendo più necessario compensare le perdite dovute al freddo. È anche vero, però, che l’allungamento delle ore di luce può far aumentare il movimento ed il relativo dispendio energetico.


La perdita del pelo conseguente alla muta fa aumentare le esigenze di alcuni componenti proteici (gli aminoacidi metionina e cistina), mentre alcuni oligoelementi (rame, zinco) e vitamine (vitamina A, acido folico, biotina, acido pantotenico, vitamina E) la facilitano.


Alimenti con Omega 3 e Omega 6 sono ideali per rafforzare il manto e renderlo più lucido, e fornirgli il giusto apporto calorico.


Un controllo periodico del peso e il consiglio di un esperto può suggerire la quantità dell’eventuale diminuzione di cibo.

Condividi